Vai al contenuto


Alpe Adria - Pannoniaring 3 Giugno 2012


1 risposta a questa discussione

#1 {mRk}

    Ing.

  • Membri Effettivi
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12.548 Messaggi:
  • Iscritto il: 18-dicembre 04
  • Gender:Male
  • Moto: Mito EV
  • Provincia: Trieste (TS)
  • Regione: Friuli Venezia Giulia

Inviato 31 maggio 2012 - 11:16

Anche se non ho trovato ancora il tempo per postarvi il resoconto dell'ultima gara di Brno (provvederò asap) siamo già in partenza per il Pannoniaring.
Anche questa volta saremo presenti con i nostri tre piloti (due Aprilia e una Mito).
E' un circuito impegnativo in quanto per fisico e testa del pilota in quanto è un circuito guidato con tante curve e privo di riferimenti per la frenata e cordoli. Quindi bisogna girarci un bel po' per avere qualche riferimento.

I risultati saranno pubblicati sui soliti siti.
NO PM per consulenze tecniche, grazie! La critica è l'imposta che l'invidia percepisce sul merito (Cit.Duca de Levis) Chi sa fa e chi non sa insegna (proverbio)
We never did such tests. And we never had sophisticated instruments. 'Try and see' was always used. And no simulations! (CIT. Jan Thiel)

#2 {mRk}

    Ing.

  • Membri Effettivi
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12.548 Messaggi:
  • Iscritto il: 18-dicembre 04
  • Gender:Male
  • Moto: Mito EV
  • Provincia: Trieste (TS)
  • Regione: Friuli Venezia Giulia

Inviato 19 giugno 2012 - 12:17

Anche se in ritardo vi posto il resoconto dell'ultima gara del Pannoniaring, quando riesco poi vi posto anche il resoconto della gara di Brno e l'ultima di Grobnik (Rijeka).

Siamo arrivati in pista giovedì sera. La pista è impegnativa dal punto di vista fisico e mentale:
http://www.pannonia-ring.com/index.php?popup=0&id=7
Le curve si seguono in rapidità e bisogna raccordarle alla perfezione facendo correre la moto.
E' il circuito dove si usa il rapporto finale più corto in assoluto anche se con le 125 SP si possono superare i 120km/h orari di velocità media sul giro.
Tra tutti i circuiti di questo inizio stagione (Brno e Slovakiaring) è stato quello più impegnativo a livello di guida. Dei nostri piloti Stefano e Andrej hanno partecipato con le Aprilia e Danilo con la mia Mito. Danilo e Andrej non hanno mai girato in precedenza su questa pista.
E' continuato il trend della riduzione degli iscritti nella classe 125 SP, le moto erano pochissime. Di fatto oltre alle nostre new entry hanno partecipato solo i piloti meglio piazzati degli ultimi campionati, quelli che si contendono i piazzamenti sul podio. Sono scomparsi dalle griglie di partenza tutti quei piloti che partecipavano a queste gare senza badare troppo alla classifica finale. Un vero peccato...
Come consuetudine quest'anno il primo turno di prove libere del venerdì abbiamo girato sul bagnato. La cosa non ha creato particolari problemi a Stefano e a Danilo (è risultato il secondo più veloce in pista) a differenza di Andrej. Gli servirebbero più km di allenamento in pista, è quello che ha girato di meno.
Durante il secondo turno di prove libere la pista era umida. Abbiamo deciso di entrare con le gomme standard. I tempi erano in linea con le aspettative tranne che per Andrej che a metà del secondo turno ha rotto il motore. La rottura è stata veramente strana, ha rotto forando il pistone. Rotture tipiche quando l'anticipo è errato. Poiché utilizza sempre la stessa CDI EFI del kit Aprilia con la mappatura d'anticipo invariata rispetto alle specifiche delle schede omologazione SP Aprilia la cosa risultava incomprensibile. Purtroppo l'inconveniente gli ha fatto perdere anche il terzo e ultimo turno di prove libere.
Non identificando la causa del problema ha provato ad utilizzare un vecchio carburatore Dell'Orto 28 in sostituzione del VHST 28 racing. In particolari condizioni d'utilizzo con il VHST 28 racing in uscita di curva in fase di riapertura della valvola gas si rischia di grippare causa smagrimento... cosa che ho scoperto a mie spese a Brno. Si posso verificare picchi di temperatura dei gas di scarico 100°C superiori rispetto alla temperatura massima raggiungibile in fondo al rettilineo più lungo.
Quando abbiamo finito il lavoro con la Mito ho dato una mano anche sull'Aprilia di Andrej sistemando al meglio la moto per le qualifiche. I problemi con l'anticipo accensione erano causati dalla errata tensione di alimentazione della CDI. Purtroppo con queste CDI quando la tensione della batteria scende sotto i 12V o sale troppo (ad esempio causa malfunzionamento del regolatore di tensione) la CDI sballa gli anticipi accensione.

Siamo arrivati così alle qualifiche del sabato. Il primo turno di qualifiche abbiamo girato nuovamente sotto la pioggia. Stefano accendendo il motore prima del turno di prove si è accorto della rottura dell'ingranaggio della pompa dell'acqua. L'ingranaggio è stato sostituito e il tutto rimontato quando il turno di qualifica era già iniziato.
Mentre l'unica preoccupazione di Andrej durante il primo turno era di percorrere i giri minimi per qualificarsi per la gara Danilo con la Mito e ancor di più Stefano hanno girato forte. Stefano ha fatto registrare il migliore tempo del primo turno di qualifiche. Il tempo era tale che il turno successivo solo un pilota della 125 GP è riuscito a girare più forte, segno questo che Stefano era in ottima forma. Danilo invece ha concluso il turno con il secondo miglior tempo delle qualifiche della 125 SP.
Il secondo turno di qualifiche si è svolto in condizioni ordinarie. Abbiamo deciso di montare sulla Mito un pistone Asso più fresco rispetto al vecchio pistone che utilizzavamo da tempo per ridurre il gioco d'accoppiamento cilindro/pistone da 10 centesimi a 6 centesimi. Per questa gara abbiamo utilizzato un cilindro stradale serie 73037 in sostituzione dei cilindri kit SP serie 9. Dopo i primi due giri del secondo turno il motore è calato notevolmente... Dopo il turno di qualifiche abbiamo verificato che la fascia si è incollata lato aspirazione causa fermo fascia inadeguato (troppo piccolo). Problema già riscontrato anche in altre occasioni con questo tipo di pistoni... Così Danilo non ha potuto fare granché come tempi... Nel male il lato positivo è che così Danilo è stato costretto a spingere di più nelle curve. Stefano invece è riuscito a far segnare il miglior tempo seguito in scia da Puškar che così è riuscito a migliorarsi ulteriormente e fare la pole. Andrej invece ha faticato un bel po' su questa pista...

C'è da dire che causa mancanza di € Stefano e gli altri ragazzi che seguo nelel trasferte montano raramente pistoni e gomme nuove mentre gli avversari più quotati rodano spesso pistoni nuovi e utilizzano in qualifica e gara gomme fresche. Nel caso di Stefano che ha il potenziale per vincere le gare questo fattore è penalizzante per le prestazioni. Il giorno della gara del Pannoniaring Stefano ha montato una gomma nuova al posteriore e durante il warm-up ha rodato un nuovo pistone. Questo considerato e ben sapendo che in gara gira nettamente più forte rispetto alla qualifica mi aspettavo che vincesse.
Causa poche moto iscritte :( hanno fatto correre insieme le 125 SP e le 125 GP, con la partenza delle SP ritardata di 20 secondi rispetto alle GP.

Domenica, finalmente, è arrivato il sole. Ho preferito non smagrire la carburazione della Mito di “passaggio” per evitare grane in uscite dalle curve e dare tranquillità al pilota. Per evitare grane con la fa fascia abbiamo rimontato anche il vecchio pistone. Danilo è partito bene entrando a gas aperto all'esterno della prima curva ritrovandosi così al quarto posto, poi perso causa bagarre con il pilota che fino al Pannonia era il primo in classifica generale. Si è ritrovato così in lotta con altri due piloti per la quinta posizione. Gli è mancata l'esperienza per replicare ai sorpassi degli avversari. Il penultimo giro, quando aveva ormai perso il contatto con il quinto, ha passato il pilota (Rauch) con cui si contendeva il sesto posto. Purtroppo durante l'ultimo giro si è ritrovato a dover passare in un colpo solo una moto3 e doppiare Andrej. Una indecisione nel doppiaggio gli è costata la sesta posizione. Considerato che era alla terza gara con le 125 SP e la prima volta al Pannoniaring, circuito dei più impegnativi, sono comunque soddisfatto della sua prestazione perché è migliorato nella guida. In particolare è migliorato come velocità in percorrenza in curva e nello sfruttamento del motore in curva.
Andrej invece, dopo la bagarre del primo giro con Bunčiak il titolare/sponsor/pilota del team SGF che è costata l'uscita in pista al suo avversario, ha tirato i remi in barca. Avrei preferito che battagliasse per tutta la gara, gli sarebbe stato sicuramente più utile per le gare successive.
Stefano invece al secondo giro ha passato Puškar, l'altro pilota del team SGF e suo primo contendente per il titolo. Ha imposto un ritmo irresistibile (3 secondi più basso rispetto al suo miglior tempo delle qualifiche) per gli avversari vincendo meritatamente. Così è passato a condurre in classifica generale.

L'altro ieri, domenica 17 giugno, invece abbiamo gareggiato sul circuito di Grobnik in concomitanza del mondiale Sidecar e l'europeo ICGP.
Di questa vi posterò il resoconto asap. Qui trovare i risultati:
http://www.alpeadria...esults_2012.php
NO PM per consulenze tecniche, grazie! La critica è l'imposta che l'invidia percepisce sul merito (Cit.Duca de Levis) Chi sa fa e chi non sa insegna (proverbio)
We never did such tests. And we never had sophisticated instruments. 'Try and see' was always used. And no simulations! (CIT. Jan Thiel)





1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi